ACNE? 8 ERRORI DA EVITARE  A TUTTI I COSTI!

Immagina questo scenario …

Mancano 48 ore al tuo grande giorno. Lo hai immaginato ogni giorno da mesi. Lo hai aspettato con grande trepidazione e non vedevi l’ora che arrivasse quel giorno…

Adesso ci siamo.

Mancano poche ore ormai. Vai a letto e speri di dormire bene, dato che l’emozione ormai è alle stelle.

Con qualche difficoltà, ma sei riuscita a farti ben 8 ore di sonno.

Vai in bagno per lavare il viso, ti guardi allo specchio …. Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa (urlo di terrore).

Un bubbone, ti sta spuntando in fronte un brufolo bello grande!

È sempre così!

Quando vuoi che tutto vada per il verso giusto, c’è sempre qualcosa che va storto.

E questo qualcosa, nel 99% dei casi si chiama ACNE.

“Perché proprio a me?”

“Brufolo malefico non riuscirai a rovinare il mio grande giorno, devi essere eliminato!”

Quante volte ti è capitato di vivere questo scenario?

Io sempre.

Ogni volta che c’è stato qualcosa di importante da fare, la mia pelle entrava in una fase di ribellione!

Fino a quando non ho iniziato ad utilizzare i prodotti giusti per la mia pelle ed ho smesso di fare tutta una serie di errori …

Di solito, le zone più colpite dall’acne sono:

- Fronte

- Naso

- Mento

Ovvero, la famosa “zona T”.

Questo non toglie che tutto il viso ed il resto del corpo possono essere presi di mira dall’acne, quando l’infiammazione è molto estesa.

Non solo.

Colpisce soprattutto gli adolescenti ma è un fenomeno in crescita anche tra le donne di età superiore ai 35 anni.

Nonostante sia così diffusa, però, attorno all’acne ci sono ancora troppi falsi miti e convinzioni errate che spesso possono addirittura peggiorare il problema.

Per prima cosa, bisogna dire che l’acne NON è un problema estetico o una fase di passaggio dell’adolescenza ma una vera e propria malattia infiammatoria, legata a fattori genetici che predispongono a una produzione eccessiva di sebo da parte della pelle.

Una ricerca condotta dall’osservatorio del portale VediamociChiara, in collaborazione con l’Italian Acne Board, ha analizzato le risposte di 2400 questionari compilati in coppia (madri e figli).

I risultati evidenziano molta disinformazione attorno all’acne: ad esempio, molti considerano smog e cattiva alimentazione le principali cause della malattia, ma non è così!

In una separata sede andremo a vedere nel dettaglio le cause che provocano l’acne ed il Programma professionale per combatterla, adesso però, concentriamoci sugli errori che bisogna assolutamente evitare di fare, se non si vuole peggiorare la situazione.

Errore 1: tormentare la pelle prima che il brufolo sia uscito

Prurito, rossore, dolore e una lieve protuberanza al tatto. Questa è la percezione che si ha quando l’uscita di un brufolo è imminente. Però, questo è anche il momento peggiore per accanirsi contro di lui, tentando di spremerlo quando ancora non è uscito. Il risultato può essere solo uno … disastro totale!

Perché?

I punti bianchi o comedoni chiusi, a differenza dei punti neri e dei comedoni aperti sono molto più profondi.

Mentre togliere i punti neri, seguendo una determinata procedura, può essere utile, spremere i punti bianchi provoca solo danni:

Il punto bianco scoppia sotto la pelle e forma un brufolo profondo

Si traumatizza talmente tanto la pelle da provocare la formazione di una macchia persistente o addirittura di una cicatrice permanente

Errore 2: Non fare niente

Scegliere di non agire, è una scelta sbagliata tanto quanto quella di accanirsi insistentemente contro il brufolo.

Astenersi da ogni tipo di trattamento e aspettare il naturale decorso del bubbone non è la soluzione migliore.

Primo perché, la nostra pelle viene attaccata quotidianamente da agenti esterni ed ha bisogno di essere trattata per apparire al suo meglio.

Secondo, perché il naturale decorso potrebbe essere molto più lungo ed esteticamente poco bello da vedere!

Errore 3: schiacciare i brufoli con le mani sporche

So benissimo che è molto difficile resistere all’istinto di schiacciare quel brufolo maledetto, ma almeno se devi schiacciarlo, non farlo con le mani sporche!

Il rischio che si incorre è quello di aumentare l’infezione, peggiorando ancora di più la situazione!

Ancora peggio è farlo a mani nude, le unghie, anche se corte, possono creare delle escoriazioni. Perciò utilizza sempre un fazzoletto.

Errore 4: non idratare la pelle

Idratando la pelle, il suo ph ritorna ad essere equilibrato, permettendo così al viso di essere morbido e splendente. Per la pelle a tendenza grassa e acneica, è cosa buona e giusta idratare quotidianamente la pelle con i prodotti idonei.

Errore 5: prendere il sole per seccare l’acne

In realtà il sole è uno dei nemici principali dell’acne perché stimola la comedogenesi, ovvero la formazione di quella prima lesione che poi dà il via a tutta la cascata dell’acne. Quindi il sole inizialmente secca le lesioni infiammatorie presenti, ma in realtà poi in autunno tenderà a scatenarsi l’acne in modo ancora più violento.

Errore 6: trucco con creme colorate

Quando si ha l’acne si vuole a tutti i costi mascherare e rendere invisibili i maledetti brufoli, ed è perfettamente comprensibile. Purtroppo applicare fondotinta e creme colorate sul momento fanno sparire i brufoli ma chiudono inevitabilmente i pori, aumentando l’infiammazione.

Errore 7: sapone neutro

Un errore classico è l’utilizzo del sapone neutro: si pensa che neutro significhi delicato e rispettoso della pelle ma non è così. Il sapone neutro a contatto con l’acqua assume un pH alcalino e questo provoca la perdita della normale lieve acidità della pelle. È questa lieve acidità che garantisce una migliore difesa dagli agenti batterici, fungini e chimici: l’equilibrio della pelle viene meno e i brufoli si formano e si infiammano maggiormente.

Errore 8: creme o lozioni cortisoniche

Usare creme e lozioni cortisoniche può dare rapidamente un grande beneficio nell’acne … ma è un grande errore per 2 motivi:

Appena sospendi l’uso della crema o della lozione si verificherà un grave peggioramento dell’acne

- Se continuerai o riprenderai l’applicazione del cortisonico noterai la comparsa di nuovi e tanti punti neri e bianchi (comedoni) che si trasformeranno in brufoli

Quante volte hai commesso almeno 1 di questi 8 errori?

Non ti preoccupare, adesso che li conosci dovrai solo fare attenzione a non commetterli più per non peggiorare la situazione …

Cosa puoi fare, però, per migliorare la situazione e vincere la tua battaglia contro l’acne?

Se non sai da dove partire, non ti preoccupare … EBI ha pensato proprio a te!

Il Set Cassandra è il set di bellezza creato proprio per la tua pelle.

Prodotti professionali che ti permetteranno di vedere i risultati sin dalle prime applicazioni!

Il Set Cassandra è composto da:

- Latte detergente

- Tonico

- Aloe Vera gel

Come devi utilizzarli?

Segui passo passo le indicazioni che trovi qui sotto!

Applica il latte detergente la mattina con l’aiuto di un batuffolo di cotone sul viso, massaggiando delicatamente. Questo darà alla tua pelle i nutrienti necessari per iniziare la giornata con il piede giusto, liberando la tua pelle da tutta la sporcizia dovuta dalla polvere, dallo smog e dal trucco che applichi.

Successivamente,applica il tonico con l’aiuto di un dischetto di cotone, con leggeri massaggi circolari. Attendi qualche istante che si asciughi. Utilizzato al mattino dona alla pelle un aspetto fresco e luminoso.

Infine, applica una piccola quantità di gel di Aloe Vera e massaggialo sul viso fino al completo assorbimento.

Sarà la tua base trucco perfetta, regolando la produzione di sebo ed evitando che la tua pelle diventi lucida ed unta.

La sera, applica nuovamente il latte detergente prima di andare a dormire per eliminare i residui di trucco, smog e sporcizia. Aiutati sempre con un batuffolo di cotone.

Dopo, applica il tonico per completare l’opera di pulizia del latte detergente, richiudere i pori e preparare la pelle ad accogliere i nutrienti contenuti nel prodotto idratante che applicherai successivamente. Aiutati sempre con un batuffolo di cotone.

Come ultima fase, applica sempre il gel di Aloe Vera. Ti aiuterà a mantenere costante la produzione di sebo e potrà sfiammare l’acne mentre dormi tranquillamente. La mattina ti sveglierai potendo sfoggiare una pelle con meno imperfezioni!

Gesti semplici e veloci che permetteranno alla tua pelle di tornare a risplendere, giorno dopo giorno.

Acne meno infiammata già dopo 36 ore!

Inizia a prenderti cura del tuo viso nel modo corretto con il Set Cassandra!

PAMELA SANNA

Diploma di Laurea in Naturopatia presso il Centro Studi Ippocrate. Da sempre nel campo dei rimedi naturali utilizzati in modo professionale per la cura della salute e della pelle, studio l'Aloe Vera da più di 15 anni. Visita il mio profilo Linkedin oppure il canale Youtube.