PELLE ROSSA COME UN PEPERONE?

NO GRAZIE!

Ogni volta che si parla di sole, mare ed estate si fa l’errore di credere che le creme solari siano le nostre uniche alleate.

Di solito, si pensa di usare il doposole solo se ci scottiamo per tenere sotto controllo il bruciore, il rossore e con la speranza di non spellarci … non vogliamo di certo perdere l’abbronzatura tanto faticosamente guadagnata!

La realtà, invece, è molto diversa …

Diversi anni fa, anche io facevo lo stesso identico errore … fino a quando non ne ho pagato le conseguenze!

Ho perseverato talmente tanto nei miei errori che un’estate la mia schiena si è abbronzata a macchie.

Hai capito benissimo, la mia schiena era maculata!

Avevo stressato la mia pelle a tal punto che lei ha iniziato a produrre melanina in modo non omogeneo.

Questo ha fatto si che per diversi anni a venire (se non ricordo male 3 o 4 anni), io non ho potuto indossare maglie scollate sulla schiena o andare al mare perché mi vergognavo …

Si ci sono voluti diversi anni prima che tutto tornasse alla normalità!

Per questo motivo, oggi sono qui a parlarti di quanto sia importante il dopo sole per la salute e il benessere della nostra pelle.

Come sono riuscita ad abbronzarmi a macchie?

La verità è che mentre noi siamo intenti a rilassarci sul nostro lettino in riva al mare, la nostra pelle è in lotta costante contro il sole per cercare di resistere allo stress a cui viene sottoposta.

Il più delle volte, però, non riesce a resistere a tutte le aggressioni esterne e lei si secca, si spella, invecchia prima e come già è successo a me può provocare un’abbronzatura “effetto animalier”.

Per quanto l’abbigliamento in stile animalier possa andare di moda o piacerti, non penso saresti molto contenta di ritrovarti con la tua pelle in quelle condizioni.

Dobbiamo capire che trascorrere una giornata al mare, in piscina o semplicemente fare una lunga passeggiata o un allenamento sotto il sole hanno spesso delle conseguenze sull’epidermide che non si possono trascurare: una sensazione di estremo calore invade la pelle che appare rossa, tirata, bollente al tatto.

Una prolungata esposizione ai raggi ultravioletti può infatti provocare un’infiammazione tale alla cute e ai capillari che, senza un immediato trattamento lenitivo e reidratante, rischia di causare danni permanenti alla pelle. 

SENSIBILIZZAZIONE

Dopo un’esposizione solare prolungata, la comparsa di rossore sulle zone del corpo più delicate può risultare inevitabile, anche in presenza di un fattore di protezione elevato.

Ciò comporta un’estrema sensibilità della pelle al tatto con sensazione di bruciore, prurito e, nei casi estremi, eritema solare.

Soluzione?

Inutile dire che il doposole migliore che tu possa utilizzare è il gel di Aloe Vera, giusto?

Infatti, in questi casi, non dobbiamo aspettare di arrivare a casa per applicarlo, prima lo facciamo meglio è!

Appena iniziamo a sentire la pelle che si scalda troppo, oppure che inizia a dare prurito o bruciore, dobbiamo subito applicare il gel di Aloe Vera, per evitare che la situazione peggiori!

Con le sue importanti proprietà lenitive, idratanti e riparatrici è la soluzione  naturale migliore che tu possa utilizzare in queste situazioni.

Se poi scegli il gel di Aloe Vera di EBI, potrai risolvere completamente il problema nel giro di 24/48 ore!

Dato che il gel contiene numerose vitamine (A, B,C, E) donerai alla tua pelle tutto ciò di cui ha bisogno per ripararsi e tornare in perfetta forma!

SECCHEZZA E DESQUAMAZIONE

Una pelle esposta per lungo tempo al sole è sottoposta a un elevato tasso di disidratazione.

Senza una immediata reidratazione cutanea, nell’arco di qualche giorno tenderà a seccarsi sempre più, fino al definitivo spellamento.

Soluzione?

La prima cosa da fare quando sappiamo di essere esposti per lungo tempo al sole è bere, bere e bere ancora! La quantità di acqua ideale da consumare al giorno è di 1,5/2 litri.

La seconda cosa da fare è quella di applicare regolarmente il gel di Aloe Vera su tutto il corpo, per 2 volte al giorno (mattina e sera) per evitare che la pelle si possa disidratare.

La terza cosa da fare è pensare anche al benessere del nostro viso!

Se la tua pelle è secca o normale ti basterà applicare mattina o sera la crema viso idratante all’Aloe Vera di EBI!

Arricchita con Vitamine, Collageneburro di karitè darà alla tua pelle tutto il nutrimento di cui ha bisogno.

Se, invece, hai la pelle mista o grassa applica sempre il gel di Aloe Vera.

Ti aiuterà e riequilibrare la produzione di sebo ma allo stesso tempo nutrirà la tua pelle. 

INVECCHIAMENTO PRECOCE

Un’idratazione ottimale dell’epidermide, si sa è alla base della prevenzione anti age.

Quando la pelle non è sufficientemente idratata perde elasticità e tono, accelerando il naturale processo di invecchiamento e la conseguente comparsa di rughe.

Soluzione?

In questo caso prevenire la disidratazione e rallentare il processo d’invecchiamento della pelle è molto semplice … usando costantemente la crema viso all’Aloe Vera o il gel di Aloe Vera, in base al tuo tipo di pelle! Per sconfiggere le zampe di gallina devi lottare contro la disidratazione!

DISCROMIE

La peggiore conseguenza estetica per una pelle esposta al sole e successivamente non curata è la discromia detta anche “effetto animalier”: l’abbronzatura risulta più scura sulla pelle rimasta integra e più chiara sulle parti soggette a spellamento.

Soluzione?

Anche questa volta, la migliore soluzione è applicare il gel di Aloe Vera ogni volta che torni a casa dalla giornata che hai trascorso in mare o in piscina. 

Perché? Perché la prevenzione è sempre la soluzione migliore!

Dopo tutto quello che hai letto, sei ancora sicura che l’applicazione del doposole sia una cosa poco importante?

Cerca di vedere la pelle come una spugna: qualsiasi cosa con cui viene a contatto lei l’assorbe!

Caldo, freddo,smog, prodotti chimici … proprio tutto!

Scegli di fare le scelte migliori per te, ma soprattutto per lei!  

Sarai ripagata con una pelle splendente, sempre giovane e luminosa!

Di seguito, ti lascio un’intervista che la Dott.ssa Magda Belmontesi ( dermatologo e docente alla scuola di Medicina Estetica Agorà di Milano) ha rilasciato per Vanity Fair.

Sono sicura che ti aiuterà a togliere qualche dubbio che ti è rimasto sull’importanza del doposole!

1.Il doposole può sostituire la crema viso da notte? 
«Il doposole è un trattamento indispensabile per viso e corpo. Ma è necessario fare una precisazione la crema doposole viso non sostituisce la crema notte viso. Va quindi abbinata al vostro trattamento quotidiano. Il doposole va applicato a fine giornata dopo l’ultima doccia e ha la funzione di idratare, lenire e ricreare la barriera della pelle. È importante sapere che dopo la doccia viene abbattuto il film idrolipidico superficiale e la capacità barriera della pelle si riduce, dando più secchezza e pizzicore».

2.È vero che il doposole aiuta a conservare l'abbronzatura? 
«Sì, perché idrata e compensa la pelle. Ci sono trattamenti doposole arricchiti con sostanze antiossidanti, precursori di melanina e betacarotene, ricchi di Vitamina E, con acido lipoico che aiutano intensificare l’abbronzatura, contrastare i radicali liberi prodotti dai raggi solari e prevenire fenomeni di secchezza acuta ed esfoliazione dovuti alla mancanza di idratazione».

3.Quante volte va applicato il doposole nell’arco di una giornata? 
«A fine giornata sicuramente, ma se la pelle è molto arrossata anche prima di andare a dormire. Non va applicato in dose eccessive e nemmeno troppo poco. Consiglio anche di associarlo a un olio da bagno o a una crema detergente soprattutto per chi ha una pelle secca e sensibile o a rischio eritema. Anche la regolarità dell’applicazione è un fattore determinante per non ritrovarsi la pelle a fine stagione a macchia di leopardo».

PRODOTTI CORRELATI ALL'ARTICOLO:

aloe vera gel

aloe vera da bere