Aloe Vera e reflusso gastroesofageo

Da pochi giorni, nella famiglia di Essenze Biologiche Italiane, ha fatto il suo ingresso un nuovo prodotto dalle grandi proprietà curative… l’Aloe Vera da bere!


In molti già conoscono alcuni degli ambiti applicativi in cui questa bevanda viene utilizzata, però è una conoscenza superficiale che non  permette di poter utilizzare le massime potenzialità di questo prodotto ed ottenere tutti gli enormi benefici che può dare!


Per questo motivo, oggi affrontiamo un tema molto importante, ovvero quello del reflusso gastroesofageo.


Perché? Perché negli ultimi anni questo disturbo sta crescendo sempre di più tra la popolazione e noi dobbiamo essere consapevoli del fatto che c’è un metodo naturale ed efficace in grado di aiutarci! 

Senza dover per forza ricorrere a medicinali costosi e che ledono in qualche maniera la nostra salute!
È risaputo, infatti, che i medicinali ci aiutano a risolvere un problema e ce ne creano un altro, perché ha delle conseguenze sul nostro organismo!


Pronta ad iniziare? Partiamo!


Il gel di Aloe Vera, non è solo in grado di lenire e guarire la nostra pelle... può anche guarire diverse problematiche legate all'apparato digerente!  

Una delle problematiche che è in grado di risolvere è proprio il reflusso gastroesofageo!

Che cos'è il Reflusso Gastroesofageo?

Il reflusso gastroesofageo si verifica quando i succhi gastrici vengono a contatto con la parete dell'esofago, provocando bruciore dietro lo sterno e rigurgito acido. 

Il passaggio di acido dallo stomaco all'esofago avviene fisiologicamente durante la giornata, soprattutto dopo mangiato. Tuttavia, se questi eventi superano una determinata soglia, in termini di frequenza e durata, si verifica una vera e propria malattia. È una condizione che colpisce circa il 10-20% della popolazione in Europa.

Quali sono i sintomi del reflusso gastroesofageo?

I sintomi si dividono in sintomi tipici e sintomi atipici.

I sintomi tipici sono:

  • Bruciore dietro lo sterno (cosiddetta pirosi retrosternale) che si irradia posteriormente fra le scapole o al collo fino alle orecchie
  • Rigurgito acido (ovvero percezione di liquido amaro o acido in bocca)

I sintomi si possono presentare in modo continuativo durante la giornata, oppure in modo intermittente.

Ad esempio, il reflusso può verificarsi al risveglio, dopo i pasti e durante la notte (tipicamente da mezzanotte alle 3 di mattina) o solo in posizione sdraiata e mentre ci si piega in avanti.

I sintomi "atipici" sono: 

Il gel di Aloe Vera è in grado sia di combattere i sintomi del reflusso gastroesofageo, sia risolvere il problema direttamente alla radice.

PERCHÈ L'ALOE VERA È COSÌ EFFICACE CONTRO IL REFLUSSO GASTROESOFAGEO?

Il gel di Aloe Vera è un ottimo guaritore per tutto il tratto digestivo, dall'esofago all'intestino crasso.
Questo perché, innanzitutto, contiene uno speciale polisaccaride che rende le sostanze nutritive maggiormente biodisponibili nello stomaco.


Inoltre, rallenta lo svuotamento gastrico e riduce la produzione di acido cloridrico.  
Per una persona con problemi digestivi o di cattivo assorbimento dei nutrienti questa è una notizia meravigliosa!


Perché?


Perché l'Aloe aiuta a digerire gli alimenti in modo più efficace senza produrre acido in eccesso.
Tutte le persone che io ho conosciuto e che avevano il problema di reflusso gastroesofageo (compreso il mio papà), sono riuscite ad eliminare o a tenere a bada completamente il loro problema. 

COME BISOGNA ASSUMERE IL GEL DI ALOE VERA PER COMBATTERE IL REFLUSSO GASTROESOFAGEO?

La quantità di gel di Aloe Vera da bere dipende dalla gravità del reflusso gastroesofageo.
Io ti consiglio di iniziare a prenderne 1 cucchiaio per 2 volte al giorno, mattina e sera, a stomaco vuoto, quindi prima dei pasti.


Se ti rendi conto, che questa dose non è sufficiente, ti basterà aggiungere 1 altro cucchiaio di gel di Aloe da bere prima del pranzo.
Lo so, il sapore dell’Aloe Vera pura, come quella presente nel nostro prodotto, non ha il sapore migliore del mondo!


Per questo motivo, puoi decidere di allungarlo nell’acqua oppure in un po’ di succo di frutta (ananas, arancia, pompelmo, ecc.).  

Sei già pronta ad iniziare la tua battaglia contro il reflusso gastroesofageo? 

Bene, però prima andiamo a vedere in quali casi l’Aloe Vera da bere non può essere assunta!
Questo perché naturale non vuol dire che sia adatto per tutti e che faccia bene a tutti!

QUANDO SI SCONSIGLIA L'USO DELL'ALOE VERA DA BERE?

Anziani e bambini, perché può provocare l'abbassamento dei livelli di potassio

In gravidanza, perché può provocare degli spasmi muscolari e quindi delle contrazioni

Durante l'allattamento, perché l'Aloe passa nel latte materno e lo rende amaro. Non sarebbe più gradevole per il bambino

• Durante il ciclo mestruale (se abbondante), perché potrebbe intensificare il flusso sanguigno

• In presenza di varici e problemi renali

Patologie infiammatorie a carico dell'intestino

Appendicite

Malattie croniche dell'intestino (es. Morbo di Crohn, Colite Ulcerosa, Rettocolite Ulcerosa, ecc.)


Adesso si che hai tutte le informazioni di cui hai bisogno per iniziare la tua battaglia contro questo fastidioso disturbo!


Acquista la bevanda all’Aloe Vera di EBI, è l’unica che contiene il 99,46% di succo di 
Aloe Vera senza aggiunta di acqua o zuccheri!


Più pura, più curativa!   

Prodotti correlati all'articolo che hai appena letto:

Aloe Vera da bere

 

PAMELA SANNA

Diploma di Laurea in Naturopatia presso il Centro Studi Ippocrate. Da sempre nel campo dei rimedi naturali utilizzati in modo professionale per la cura della salute e della pelle, studio l'Aloe Vera da più di 15 anni. Visita il mio profilo Linkedin oppure il canale Youtube.