L'effetto del gel di Aloe vera sulla vitalità delle cellule staminali della polpa dentale [2016]

 

Una ricerca condotta nel 2016 che vuole andare a scoprire gli effetti del gel di Aloe Vera sulla vitalità delle cellule staminali della polpa dentale.

La ricerca che andiamo a tradurre dalla lingua inglese si intitola "The effect of Aloe vera gel on viability of dental pulp stem cells.

È una ricerca che è stata pubblicata sia sul sito ufficiale dello IASC, sia sul Wiley Online Library.

 I ricercatori che hanno preso parte a questo studio sono:

· Fatemeh Sholehvar (Dipartimento di Biologia, Scienza e Ricerca, Islamic Azad University, Teheran, Iran

· Davood Mehrabani(Centro di ricerca sulle cellule staminali e la tecnologia transgenica, Shiraz University of Medical Science, Shiraz, Iran/ Dipartimento di Medicina Rigenerativa, Università di Manitoba, Winnipeg, MB, Canada

· Parichehr Yaghmaei(Dipartimento di Biologia, Scienza e Ricerca, Islamic Azad University, Teheran, Iran)

· Akbar Vahdati(Dipartimento di Biologia, Scienza e Ricerca, Islamic Azad University, Fars, Iran) 

SFONDO:

Le cellule staminali della polpa dentale possono svolgere un ruolo molto importante nella rigenerazione dei tessuti. L'aloe vera contiene il polisaccaride dell'acemannano che si è dimostrato un fattore scatenante per la proliferazione cellulare, la differenziazione, la mineralizzazione e la formazione di dentina. 

SCOPO:

Questo studio ha cercato di determinare la vitalità delle cellule staminali della polpa dentale nell'Aloe vera rispetto alla soluzione salina bilanciata di Hank. 

MATERIALI E METODO:

Dodici conigli sono stati  sottoposti ad anestesia e successivamente, gli sono stati estratti i loro denti incisivi; il tessuto polpa è stato rimosso, tritato, trattato con collagenasi e placcato in matracci di coltura. Le cellule staminali della polpa dentale del passaggio 3 sono state coltivate in piastre da 24 pozzetti e, dopo 3 giorni, i terreni di coltura sono passati a concentrazioni di 10, 25, 50 e 100% di Aloe vera a intervalli di 45 e 90 minuti e 3 e 6 ore. L'acqua distillata è stata utilizzata come negativa e la soluzione salina bilanciata di Hank come controllo positivo per il confronto. Sono stati valutati la morfologia cellulare, la vitalità, il tempo di raddoppiamento della popolazione e la cinetica della crescita. RT-PCR è stata effettuata per la caratterizzazione e il cariotipo per la stabilità cromosomica. 

RISULTATI:

L'aloe vera ha mostrato una vitalità significativamente maggiore rispetto alla soluzione salina bilanciata di Hank (74,74%). L'aloe vera al 50% ha mostrato una maggiore vitalità (97,73%) rispetto ad altre concentrazioni. PDT in concentrazione del 50% era 35,1 ore e per la soluzione salina bilanciata di Hank era 49,5 ore. Le cellule staminali della polpa dentale erano a forma di fuso e erano positivi per CD73 e negativi per CD34 e CD45. Il cariotipo era normale. 

CONCLUSIONI:

L'aloe vera come erba poco costosa e disponibile può migliorare la sopravvivenza dei denti avulsi o rotti nei casi di emergenza come mezzo di trasferimento.

PAMELA SANNA

Diploma di Laurea in Naturopatia presso il Centro Studi Ippocrate. Da sempre nel campo dei rimedi naturali utilizzati in modo professionale per la cura della salute e della pelle, studio l'Aloe Vera da più di 15 anni. Visita il mio profilo Linkedin oppure il canale Youtube.