Riduzione della glicemia a digiuno e dell’emoglobina A1c utilizzando l'Aloe Vera per via orale: una meta-analisi [2016]

 

La ricerca che andiamo a tradurre oggi è stata condotta nel 2016 e si intitola "Reduction of Fasting Blood Glucose and Hemoglobin A1c Using Oral Aloe Vera: A Meta-Analysis”.

Una ricerca pubblicata sia sul sito ufficiale dello IASC, sia sul Mary Ann Liebert publisher.

 I ricercatori che hanno preso parte a questo studio sono:

· William R. Dick (Dipartimento di Farmacia, David Grant Medical Center, Base Aerea di Travis, Fairfield, CA

· Emily A. Fletcher (Dipartimento di Farmacia, David Grant Medical Center, Base Aerea di Travis, Fairfield, CA

· Sachin A. Shah (Dipartimento di pratica della farmacia, Thomas J. Long School of Pharmacy and Health Sciences, Università del Pacifico, Stockton, CA.)  

Estratto

SCOPO

Il diabete mellito è una malattia globale e una delle principali cause di morbilità e mortalità.

Sono necessari ulteriori farmaci che sono nuovi, accessibili ed efficaci per trattare questa malattia dilagante.  

Questa meta-analisi è stata eseguita per accertare l'efficacia del consumo orale di aloe vera sulla riduzione della glicemia a digiuno (FBG) e dell'emoglobina A1c (HbA1c). 

METODI 

Sono stati esaminati gli studi sull'effetto dell’Aloe Vera su FBG, HbA1c, valutazione del modello di omeostasi stimata resistenza all'insulina (HOMA-IR), insulina a digiuno, fruttosaminatest di tolleranza al glucosio orale (OGTT) in popolazioni prediabetiche e diabetiche.  

Dopo l'estrazione dei dati, i parametri di FBG e HbA1c avevano dati appropriati per le meta-analisi. I dati estratti sono stati verificati e quindi analizzati dal software statistico StatsDirect.  

Le riduzioni di FBG e HbA1c sono state riportate come differenze medie ponderate rispetto al basale, calcolate da un modello a effetti casuali con intervalli di confidenza al 95%.  

Sono state eseguite anche analisi per sottogruppi per determinare l'eterogeneità clinica e statistica. Il bias di pubblicazione è stato valutato utilizzando la statistica di bias di Egger. 

RISULTATI 

Nove studi sono stati inclusi nel parametro FBG (n = 283); 5 di questi studi includevano dati di HbA1c (n = 89).  

L'aloe vera ha ridotto l'FBG di 46,6 mg / dl (p <0,0001) e di HbA1c dell'1,05% (p = 0,004).  

Riduzioni significative di entrambi gli endpoint sono state mantenute in tutte le analisi dei sottogruppi.

Inoltre, i dati suggeriscono che i pazienti con un FBG ≥200 mg / dl possono vedere un maggiore beneficio.  

Una riduzione media di FBG di 109,9 mg / dL è stata osservata in questa popolazione (p ≤ 0,0001). La statistica di Egger mostrava un bias di pubblicazione con FBG ma non con HbA1c (p = 0.010 ep = 0.602, rispettivamente). 

CONCLUSIONE

Questi risultati supportano l'uso di Aloe Vera da bere per ridurre significativamente l'FBG (46,6 mg / dL) e l'HbA1c (1,05%). Ulteriori studi clinici sono necessari per esplorare ulteriormente questi risultati.

PAMELA SANNA

Diploma di Laurea in Naturopatia presso il Centro Studi Ippocrate. Da sempre nel campo dei rimedi naturali utilizzati in modo professionale per la cura della salute e della pelle, studio l'Aloe Vera da più di 15 anni. Visita il mio profilo Linkedin oppure il canale Youtube.