Aloe Vera contro il prurito

Quante volte ti capita o ti è capitato di soffrire di quel fastidioso prurito senza sosta, che sembra non volersene andare mai?

È un fastidio che può essere provocato da moltissime cause diverse.

Alcune sono futili (come ad esempio l’eccessiva sudorazione) mentre altre sono più importanti, quindi se il prurito è persistente non sempre ti puoi permettere di prendere sotto gamba questo sintomo.

Quando si manifesta il prurito?

A seconda della causa che lo ha provocato, il prurito può manifestarsi in maniera improvvisa o graduale (ovvero peggiorando nel corso della giornata, senza che nessun rimedio possa alleviarlo in modo affidabile).

Questa manifestazione può essere, inoltre, sporadica (associata ad un singolo episodio, come ad esempio la puntura di una zanzara), continua o ricorrente (ovvero permanente, con temporanee remissioni, fino alla risoluzione della patologia che lo ha scatenato).

Se tale sintomo persiste da più di 6 mesi, si parla di prurito cronico.

Tuttavia, se il fastidio è molto intenso, il prurito provoca il desiderio irrefrenabile di grattarsi, che può portare ad infiammazioni ed escoriazioni, a cui si possono aggiungere delle infezioni secondarie dei tessuti danneggiati.

 Il prurito può colpire qualsiasi fascia di età, dai bambini agli anziani.

Quali sono però le cause che possono provocarlo? Vediamole insieme nel dettaglio.

Cause del prurito nel dettaglio 

Il prurito è un sintomo. Questo significa che è la spia di un problema che può essere di tipo sistemico o dermatologico.

Tra le varie cause possiamo, ad esempio, trovare:

Esistono numerosi mediatori chimici e diversi meccanismi che concorrono ad indurre, trasmettere e mantenere tale sensazione.

Inoltre, un complesso sistema di regolazione e conduzione dello stimolo attraverso fibre e recettori nervosi di vario tipo interviene nell'elaborazione del prurito da parte del sistema nervoso centrale.

L'istamina è uno dei mediatori più significativi e, storicamente, è considerata la "molecola del prurito". Questa viene sintetizzata ed immagazzinata nei mastociti cutanei ed è liberata in risposta a vari stimoli (es. allergeni, reazione collaterale di certi farmaci ecc.). Tra le sostanze coinvolte nella genesi e nel mantenimento del prurito possiamo trovare le citochine, le interleuchine, la serotonina, la proteasi, la bradichinina.

Cause dermatologiche del prurito 

Il prurito può essere indotto da stimoli pressoché banali.

Basta pensare alla sensazione provocata da una vibrazione, un lieve tocco o il contatto ripetuto o prolungato con un agente irritante, come ad esempio, le fibre di lana o i detersivi per la casa. Anche le punture di zanzara creano prurito.

Comunque, le cause di prurito più frequenti sono:

Come causa secondaria, il prurito può essere provocato anche dall'uso di prodotti per l'igiene quotidiana troppo aggressivi.

Cause sistemiche del prurito

Se è particolarmente persistente, il prurito può essere un sintomo derivante da malattie sistemiche come:

 Il prurito può dipendere anche da allergie nei confronti di farmaci, alimenti, morsi e punture d'insetto.

Per cui, altre cause che scatenano il prurito possono essere:

Infine, il prurito può essere provocato da neoplasie come:

Cause del prurito in Gravidanza

Il prurito può manifestarsi anche durante la gravidanza, soprattutto negli ultimi 3 mesi di gestazione.

Durante questo periodo, il prurito può essere dovuto:

Cause iatrogene di Prurito

Il prurito può essere un effetto collaterale derivante dall’uso di farmaci, che solitamente vengono prescritti per controllare patologie come ipertensione, problemi cardiovascolari, diabete, artrosi, ecc.

Alcuni di questi medicinali sono in grado di innescare direttamente una reazione allergica, mentre altri provocano la liberazione di istamina.

Di solito, i maggiori responsabili di questo effetto sono:

Cause psicogene e neuropatiche di prurito

Altre cause scatenanti il prurito sono quelle correlate a patologie del sistema nervoso centrale o periferico, come ad esempio:

Infine, il prurito può derivare anche da disturbi o malattie psichiatriche, come accade nel caso  di:

Il gel di Aloe Vera è un rimedio naturale perfetto per mettere a tacere il prurito!

Questo perché è ha importanti proprietà antinfiammatorie e lenitive, in grado di dare sollievo dal prurito molto rapidamente.

Ad esempio, se deciderai di provare il gel di Aloe Vera EBI, potrai notare che è in grado di alleviare il fastidio entro 60 secondi … ti sembra un miracolo?

Assolutamente no!

Questo avviene grazie agli steroli vegetali presenti nel gel di Aloe Vera che permettono di usarlo a livello locale con funzione lenitiva, calmante ed antiarrossamento, senza correre il rischio in fastidiosi effetti collaterali sgradevoli.

Ciò che permette al gel di Aloe Vera EBI di avere degli effetti benefici in tempi così brevi, è il fatto che i nostri biologi sono riusciti a creare una formulazione che rimane più naturale possibile, quindi che sia più simile possibile al gel che puoi raccogliere dalla foglia fresca della pianta.

Inserire, poi, il prodotto in una confezione airless al posto del classico tubo, è stata la ciliegina sulla torta perché ci ha permesso di poter utilizzare una quantità veramente minima di conservante sfruttando il sottovuoto.

Come usare il gel di Aloe Vera per combattere il prurito?

Ti basterà semplicemente applicare il gel di Aloe Vera EBI sulla zona interessata e massaggiare fino a completo assorbimento. Se il prurito persiste applicalo 2 volte al giorno, mattina e sera, fino a quando il disturbo non sarà completamente sparito.

Prodotti correlati all'articolo:

ALOE VERA GEL

PAMELA SANNA

Diploma di Laurea in Naturopatia presso il Centro Studi Ippocrate. Da sempre nel campo dei rimedi naturali utilizzati in modo professionale per la cura della salute e della pelle, studio l'Aloe Vera da più di 15 anni. Visita il mio profilo Linkedin oppure il canale Youtube.