Meccanismo di protezione dall'estratto di aloe vera contro i raggi UVA: il riparo della membrana lisosomiale evita il foto danneggiamento [2016]

Oggi andiamo a tradurre una ricerca che riguarda un aspetto molto importante dell’Aloe Vera, ovvero la sua capacità di proteggere la nostra pelle dai raggi UVA.

La ricerca si intitola "Mechanism of Aloe Vera extract protection against UVA: shelter of lysosomal membrane avoids photodamage”.

Una ricerca pubblicata sia sul sito ufficiale dello IASC, sia sul Royal Society of Chemistry.

Lo studio è stato condotto da:

· Daniela Rodrigues (Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

· Ana Cláudia Viotto (Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

· Robert Checchia (Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

· Rosangela Itri (Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

· Maurício S. Baptista (Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

· Istituto di Chimica, Università di São Paulo, Brasile)

 

Estratto

 

L'invecchiamento precoce della pelle caratterizzato da rughe, da una consistenza coriacea e da una pigmentazione a chiazze è una conseguenza ben documentata dell'esposizione alla luce solare.

I raggi UVA sono un importante fattore di rischio per il cancro umano associato anche all'induzione dell'infiammazione, dell'immunosoppressione, del fotoinvecchiamento e della melanogenesi.

Sebbene i composti erboristici siano comunemente usati come fotoprotettori contro gli effetti nocivi dei raggi UVA, i meccanismi coinvolti nel fotodanneggiamento non sono noti con precisione.

In questo studio, abbiamo studiato gli effetti dell'Aloe Vera (Aloe barbadensis miller) sulla protezione contro l'uccisione cellulare con modulazione UVA dei cheratinociti HaCaT.

L'Aloe Vera mostrava la notevole capacità di ridurre sia il fotodanneggiamento in vitro che in vivo, anche se non ha proprietà anti-radicaliche.

È interessante notare come la protezione conferita dall’Aloe Vera è stata associata al mantenimento dell'integrità della membrana sia nelle membrane mimetiche che negli organelli intracellulari.

L'aumentata stabilità lisosomiale ha portato ad una diminuzione della lipofuscina genesi e della morte cellulare.

Questo studio spiega perché gli estratti di Aloe Vera offrono protezione contro il fotodanneggiamento a livello cellulare negli spettri UV e visibile, portando al suo utilizzo benefico come integratore in formulazioni dermatologiche protettive.

 

PAMELA SANNA

Diploma di Laurea in Naturopatia presso il Centro Studi Ippocrate. Da sempre nel campo dei rimedi naturali utilizzati in modo professionale per la cura della salute e della pelle, studio l'Aloe Vera da più di 15 anni. Visita il mio profilo Linkedin oppure il canale Youtube.